Progetto Matrimonio catering

Progetto Matrimonio, il catering su misura

Quando si parla di matrimonio sono molti gli elementi che entrano in gioco per renderlo perfetto.

Sono tanti i fattori che causano ansia agli sposi, troppe cose possono andare storte… il catering, il banqueting, l’abito, il bouquet, la location… La serenità degli sposi dipende molto da chi hanno accanto nell’organizzazione del Loro Giorno.

Per quanto riguarda il catering, il banqueting e il flower design, Progetto Matrimonio di Elisa Masoni è un’assoluta garanzia.

Conosciamola meglio grazie all’intervista che ci ha gentilmente concesso.

Progetto Matrimonio Catering

Quali sono i punti di forza di Progetto matrimonio?

Indubbiamente il realizzare un unico evento a data che ci dà la possibilità di conoscere molto da vicino le nostre coppie, quindi dedicarci esclusivamente a loro, conoscerle, toccare tutti i punti nella realizzazione di un evento e nella personalizzazione del ricevimento. Dalla scelta del menu alla mise en place, dal progetto degli allestimenti floreali a tutto ciò che poi ruota intorno al ricevimento.
Senza dubbio direi la personalizzazione del ricevimento, perché ogni coppia ha un proprio mondo, ha una propria essenza e quindi è il riportarli nel loro ricevimento. La versatilità, quindi, cioè non seguire, non per forza, le tendenze del momento, bensì quelli che sono gusti e stili dei nostri sposi.

Progetto Matrimonio Catering - Villa Bernardini

Quanti matrimoni curi all’anno?

All’anno… beh, considerando che è un unico ricevimento a data, direi non più di 30.

Quindi comunque un ricevimento al giorno?

Un ricevimento a data, sì.

Cos’è che non deve essere assolutamente trascurato in un matrimonio?

Secondo me la coppia, cioè il conoscerli, il parlarci, entrare in sintonia con loro, cioè creare quel rapporto di interscambio e di fiducia che fa sì di creare sicuramente un ricevimento ad hoc; passare tramite loro per poi arrivare a ciò che è fondamentale quel giorno: la qualità di ciò che presentiamo e serviamo. Il menù, quindi, tutte le portate che fanno parte del ricevimento, l’importanza degli allestimenti floreali, quindi della personalizzazione del matrimonio.

Progetto Matrimonio Banqueting - Villa Bernardini

Quindi ci sono più incontri durante il periodo dell’organizzazione del matrimonio, che tu fai con le coppie…

Assolutamente sì, sono molti incontri, mai meno di 5-6. Il primo incontro è conoscitivo, per capire i gusti degli sposi, mettere giù un primo progetto che poi, in un secondo appuntamento, presentiamo e spieghiamo.
Meno contatto via mail possibile, ma uno scambio, un conoscerci.

E quindi, diciamo, il servizio di Progetto Matrimonio comprende un po’ tutto questo. Quando si dice Catering and Banqueting spieghiamo meglio…

Il catering è tutto ciò che riguarda il cibo, dall’accoglienza all’aperitivo, dai corner tematici alle portate di ciò che poi sarà il seduto, per arrivare al taglio torta e alla festa che si concentra nel dopocena.
Il banqueting è tutto ciò che è materiale e presentazioni: la scelta delle apparecchiature, dei tovagliati, dei tavoli, degli allestimenti, fino ad arrivare alle presentazioni dei buffet che sono altrettanto importanti quanto la qualità del cibo.

È garantita la tua presenza sul posto o di un referente del catering per accertarsi che tutto vada bene e si svolga come desiderano gli sposi?

Assolutamente sì: è uno dei motivi per cui viene realizzato un unico evento a data.

Progetto Matrimonio - Villa Bernardini

In caso di maltempo improvviso quali soluzioni trovi per far sì che tutto proceda senza difficoltà?

Secondo me parlare di maltempo improvviso… diciamo che non dovrebbe essere improvviso: oggi abbiamo abbastanza mezzi per capire come si prospetta la situazione meteo. Partire a priori con un piano B, quindi, ben dettagliato e ben strutturato, pronto all’occorrenza. Questo 3-4- giorni prima del ricevimento.
La mattina stessa del matrimonio, a mezzogiorno quando arriviamo in villa, se il ricevimento è serale, decidiamo insieme al caposervizio che cosa facciamo.
Indubbiamente cerchiamo salvaguardare ciò che abbiamo messo giù nell’anno con gli sposi e di conseguenza garantire loro il più possibile quel tipo di presentazione.
Dove questo non è possibile, attraverso le tensostrutture modifichiamo in parte quelli che erano i primi progetti presi inizialmente.

Hai parlato di matrimonio in villa, quindi diciamo nel momento in cui c’è bisogno di un problem solving come in caso di maltempo etc., la villa in questo senso è una location che può essere ben strutturata per questo o trovi delle difficoltà in base alla tua esperienza e alle ville che hai conosciuto?

Direi che, in base alla mia esperienza e alle soluzioni che comunque troviamo molteplici, in Villa Bernardini ci sentiamo salvaguardati da tutti i punti di vista: abbiamo un bellissimo spazio interno, nel caso avessimo la cerimonia in loco; una veranda che comunque accoglie un numero importante di invitati; la limonaia che è bellissima nella presentazione con i giochi di luce e il collegamento che fa sì che la limonaia non rimanga un corpo a sé bensì un prolungamento della veranda che giunge alla cucina. Cosa fondamentale perché alla fine il ricevimento, la riuscita è data dal catering.
La villa è una bellissima cornice, però dobbiamo lavorarci dentro altrettanto bene: avere tutti i punti di forza ben strutturati, salvaguarda molto anche noi come catering.

Villa Bernardini intervista Progetto Matrimonio

Dove viene fatta la prova menù?

In villa.

Ha un costo?

Ha un costo che viene scalato se il matrimonio è confermato. Gli sposi hanno la possibilità di scegliere il loro menu, tutto ciò che vogliono assaggiare, compresa la cantina dei vini. Il costo viene sottratto dal resoconto finale.
Una volta l’anno in primavera, realizziamo un Open Day direttamente in villa, dove presentiamo il buffet. Gli ospiti hanno quindi la possibilità di assaggiare, vedere, interagire con l’intera squadra di Progetto Matrimonio. Possono assaggiare delle portate anche del seduto, dolci, quindi una simulazione di evento fino ad arrivare a vedere gli allestimenti floreali.
Nel caso in cui la coppia decidesse di partecipare all’Open day non ha costi ed è aperta a tutte le coppie che hanno piacere di partecipare.

Vi occupate anche della torta nuziale?

Certo. Possiamo partire da un progetto anche grafico, schizzata dagli sposi oppure ricavata da riviste, da Pinterest, da Instagram… Qualsiasi tipo di realizzazione viene riprodotta fedelmente qualsiasi tipo di torta e portata, cosa fondamentale secondo me, poco prima del taglio torta direttamente in villa, quindi freschissima.

Progetto Matrimonio Lucca

Fino a che ora dura il servizio di Progetto Matrimonio?

Non c’è uno stop, fino a che gli invitati restano in villa noi restiamo con loro, quindi non sussiste il fatto di smontare tavoli, buffet e situazioni varie. Tutto resta fermo e fisso fino che poi gli ultimi invitati, insieme agli sposi, se ne vanno.
Quindi se c’è l’american bar, l’angolo dei dolci o ciò che comunque abbiamo programmato insieme, tutto rimane fermo fino a che gli invitati restano con noi.

Questo tutela in un certo senso anche gli sposi…

Certo, si sentono assistiti fino alla fine.

Quali sono le tendenze per il 2018 in fatto di allestimenti?

Io direi di non svelarle, quindi vi aspettiamo in show room e ne parliamo insieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.