Abito da sposo

L’abito dello sposo – Trend per il 2016

La data del tuo matrimonio si avvicina e la tua futura moglie è alle prese con la scelta dell’abito. Dev’essere il vestito più bello che si sia mai visto, che valorizzi il fascino della donna che dividerà con te il resto della sua vita.

Tu non vuoi essere da meno, giusto?

I tempi in cui l’attenzione di tutti verteva solo sulla sposa sono finiti per sempre, oggi il successo del tuo matrimonio dipende anche dallo stile che saprai imprimervi con il tuo look.

Per riuscirci occorreranno tempo, fatica e denaro non inferiori a quelli impiegati dalla futura sposa, ma ti assicuriamo che ne varrà la pena.

La cerimonia di nozze è diventata sempre più un momento da personalizzare, da “griffare” col proprio stile, per renderlo davvero unico, indimenticabile, tuo.

Uno dei principali strumenti di personalizzazione è certamente l’abito da sposo.

Come per l’abito da sposa, anche per quello dello sposo si può scegliere tra classici evergreen, magari personalizzati per valorizzare il tuo look, e modelli nuovi che rispecchino le tendenze del momento.

Un abito sartoriale, realizzato in Italia, per esempio, ti assicura una perfetta vestibilità, la raffinata eleganza e l’esaltazione della tua personalità.

Gli intramontabili abiti da sposo

Sono gli abiti impressi nel nostro immaginario collettivo, indossati dai nostri nonni, dai nostri padri e dai fratelli maggiori.

Ne hanno fatto sfoggio i più grandi attori di Hollywood e di Cinecittà ogni volta che si sposavano nella finzione del cinema o nella realtà.

Sono i vestiti che abbiamo sempre sognato di indossare per essere cool come i nostri beniamini.

Tight

Il classico dei classici da tempo immemore. Ideato in Inghilterra, era ed è usato dai gentiluomini in tutte le occasioni di gala.

Giacca attillata di colore scuro (grigio di preferenza) con due code posteriori molto lunghe, gilet preferibilmente grigio, pantaloni a righe, camicia bianca, polsini con gemelli, plastron o cravatta (MAI il papillon), scarpe con le stringhe, cappello a cilindro, guanti e, opzionale, il bastone da passeggio.

Il Tight è un capo impegnativo:

  • se lo indossi tu, dovranno indossarlo anche gli invitati, i testimoni e i genitori,
  • i guanti sono obbligatori, ma non vanno mai indossati,
  • si usa solo per cerimonie mattutine o che si svolgono nel primo pomeriggio.

Queste sono le regole, ma come tutte le regole, sono fatte per essere infrante: molti sposi non chiedono agli invitati di adeguarsi alla scelta del tight; scelgono colori accesi invece dei classici colori scuri; portano scarpe non stringate ecc.

Mezzo Tight

Outfit molto elegante, ma meno impegnativo del Tight.

La giacca non ha le code posteriori ed è più corta; non prevede cappello, guanti e bastone e non impegna gli altri ospiti a indossarlo, anche se risulta un’ottima alternativa per coloro che non apprezzano la giacca lunga.

Per il resto, segue le stesse regole del Tight: gilet, camicia bianca a collo rigido, polsini con gemelli, plastron, pantaloni a righe, scarpe con lacci.

Indicato per cerimonie meno formali che si svolgono prima delle 18.00.

Completo a tre pezzi

Si tratta di solito di un abito sartoriale, di colore blu o grigio, riutilizzabile anche in altre occasioni.

Si presta ad accostamenti di forme e colori che si discostano dalla tradizione.

Classicamente il tre pezzi consta di:

  • giacca monopetto,
  • gilet di seta,
  • camicia di cotone,
  • plastron o cravatta,
  • pantaloni senza risvolti,
  • scarpe stringate.

Trend 2016 per l’outfit dello sposo

Accanto ai classici sempre verdi, ogni anno la moda propone varianti e novità tese a dare valore e originalità al tuo abito da sposo.

Quest’anno stilisti come Carlo Pignatelli, declinano in chiave moderna il fascino del Dandy.

Nascono così abiti in tessuto damascato, accostamenti di colore, abiti a un bottone, ritorna il blazer e si osa fino a proporre lo smoking in tessuto lucido.

Matrimonio 2016 all’insegna dell’eleganza romantica e disincantata, quindi, che ci riporta a al glamour algido e irresistibile di un’epoca passata ma indimenticabile. Come le tue nozze.

Gli accessori valorizzano il look

L’abito non è tutto, anzi… senza gli accessori adeguati, rischierebbe di essere solo un involucro che nasconde la tua personalità.

I gemelli per chiudere i polsini della camicia sono un must a ogni matrimonio elegante. Puoi anche aggiungere un tocco di classe con una spilla da appuntare alla cravatta o al bavero della giacca.

La cravatta, accessorio indispensabile, non va trascurata. Aboliti i colori vivaci, inadatti a una cerimonia formale, essa dev’essere proporzionata al tuo busto e, come lunghezza, deve appena sfiorare la fibbia della cintura.

Fiore all’occhiello o pochette di raso (ma anche seta) nel taschino, perfezionano l’eleganza del tuo outfit, che viene completato da scarpe (di regola nere) rigorosamente con le stringhe.

La personalità si evidenzia col dettaglio

Tessuti pregiati, tagli sartoriali, nuove nuance sono tutte scelte egregie al fine di dare valore al giorno più importante della tua vita, ma a volte basta un singolo, piccolo particolare a sottolineare la parte più importante di te.

Vuoi un esempio? Prova ad allentare il nodo della cravatta o ad arrotolare le maniche della giacca mentre fai le foto con gli ospiti…

Oppure applica al tuo gilet la catena dell’orologio da tasca, o indossa delle bretelle (scegliendo un outfit adeguato, naturalmente)…

Ancora, la sciarpa abbinata al gilet (se è inverno), un paio di occhiali da sole o un cappello (se hai i capelli corti)…

È il tuo giorno in fondo, sei tu il protagonista, puoi esprimere il tuo stile unico con particolari e dettagli originali. Puoi scegliere di non seguire le regole.

Puoi scegliere di farle, le regole.

Stai per imbarcarti nella grande avventura del matrimonio? Come intendi infondere il tuo tocco personale al tuo abito nuziale e allo stile dei testimoni? Ci piacerebbe conoscere le tue idee, scrivile nello spazio dei commenti qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.